Se cerchi un regalo o un pensierino "handmade" per una persona cara/speciale, oppure vuoi regalare qualcosa di unico e personalizzato, scrivimi all'indirizzo alesoftcraft@libero.it, ti risponderò in brevissimo tempo!!!

giovedì 16 marzo 2017

un set per tutti i giorni!!

Ciao!!! e buona primavera a tutti!!!
Qualche giorno ancora e ci tufferemo a pieno diritto nella primavera, ma anche oggi, guardando dalla finestra, quasi tutti gli alberi sono in fiore e il giardino è pieno di fiorellini minuscoli e azzurrissimi.
Nel mio tantissimo tempo a disposizione riesco finalmente a farvi vedere il set completo per la piccola Elisa: sacca asilo, bavaglino e asciugamano ve li ho già fatti vedere nei miei post precedenti, oggi qualche foto su portascarpe e beauty, in realtà due piccole sacche della misura adatta a contenere il necessario.


Quella per le scarpe di Elisa, non troppo grande ma adatta a contenere le scarpine che userà a scuola . . .


E il piccolo beauty, che per ora dovrà contenere spazzolino e dentifricio, o poco più . . .





Così anche questa volta mi sono dilettata a disegnare e cucire con la tecnica del "free embroidery" e devo dire che ci ho preso davvero gusto: secondo me il risultato è molto carino e delicato.


Avevo in mente qualche commissione ma causa "otite in corso", sono costretta a casa, ma magari ne approfitterò per concludere qualche lavoretto ancora in progress.
Un bacione e un abbraccio a tutti quelli che, nonostante tutto (e parlo soprattutto del poco tempo a disposizione, o forse è solo una mia impressione ma cellulare alla mano, invece di guadagnare tempo, mi sembra che mi sia stato rubato), seguono ancora il mio blog!!! 

p.s. se volete anche voi qualcosa di personalizzato per voi o per fare un regalo ad una persona speciale, non esitate a contattarmi, sarà un piacere per me dare vita ai vostri desideri!!!
Ale


giovedì 2 marzo 2017

i sogni son desideri . . .


I sogni son desideri . . . di felicità!
Quant'è vero!!!!
Io sogno tanto . . . probabilmente, anzi, sicuramente perché ho moltissimi desideri!!!!
E questo lavoro mi ha dato tantissima gioia e soddisfazione perchè sono riuscita a trasmettere un'immagine di pura serenità e allegria con un piccolo disegno e una piccola frase, tanto importante per me quanto per chi me l'ha commissionata.
La carissima e simpaticissima Manuela, mamma di Elisa, mi ha commissionato, oltre ai 2 piccoli set che avete visto nei post precedenti, anche una sacca che possa accompagnare Elisa nella sua nuova avventura scolastica . . . e così è nata lei!


Adoro la combinazione di questi colori tenui, grigio, rosa, lilla, verde . . .



colori adattissimi ad una bimba che ama le favole e i sogni . . . e così, ispirata dalle illustrazioni di Nicoletta Costa, che ho sempre amato per i suoi tratti così fiabeschi e semplici che rispecchiano molto la mia idea di illustrazione (a tal punto che poi ho dovuto dipingere tutta la cameretta dei miei bimbi con i suoi paesaggi . . .) ho creato questa sacca, che sembra quasi un piccolo quadretto (per me ovviamente ;))



Non poteva mancare il nome della bimba, così ci abbiamo trovato un posticino su un prato in fiore . . 


Solita base in lino grigio,  con fodera interna chiara, laccetti con nuvolette per portare la sacca in spalla e portarla a scuola o al parco piu' comodamente.


Un imagine di serenità da portare in spalla per non dimenticare che "i sogni son desideri" e vanno coltivati e perseguiti con tutte le nostre forze!!


Mi ci vorrebbe anche a me qualcosa che potesse ricordarmelo piu' spesso, perchè troppe volte, travolti dalla quotidianità, ci dimentichiamo delle cose importanti della vita e dei nostri sogni . . .


Allora sicuramente Elisa e la sua mamma potranno ricordarlo piu' facilmente leggendolo ogni mattina indossando la sacca per andare a scuola!!!
E voi di quale frase siete innamorati???
UN abbraccione forte forte e un bellissimo fine settimana di sole!!!
A presto
Ale

mercoledì 15 febbraio 2017

grigio e rosa

Grigio e rosa, un abbinamento inusuale ma che mi piace moltissimo.
Parlando con Manuela, la mamma di Elisa, che non voleva per la sua piccola il solito bianco, così bello ma così delicato e facile da sporcare, abbiamo scelto insieme il grigio come colore per il primo set!
Il grigio è un classico colore/non colore che sta bene in abbinamento a moltissimi se non tutti i colori, e col rosa poi, secondo me, crea l'abbinamento perfetto (secondo me starebbe molto bene anche con l'azzurro;). . .perchè io sono di parte, vista la maggioranza di maschi in casa)


Così per Elisa, che ama gli animali ma anche i folletti, abbiamo scelto per questo set-in-grigio il mio folletto di Natale da rivestire in toni meno festivi e adatti così a tutti i giorni.
Ormai tutte mi chiedete di scrivere il nome sugli accessori dei bimbi, per renderli diversi, piu' personali e personalizzati, così mi sto un po' "impratichendo" ad applicare il nome e cucirlo con il metodo del free-motion, ma devo dire che non sono ancora esperta al 100% e quindi mi ci vuole un po' di tempo per realizzare al meglio questi decori.



In particolar modo sui bavaglini dove ho uno spazio piu' ridotto: all'inizio pensavo di scrivere il nome solo con il filo a macchina, ma lo spessore e il colore della spugna impediscono al ricamo di emergere, così ho deciso per l'applicazione come nell'asciugamanino.
Il folletto tutto in rosa tiene in mano il solito cuoricino, buffo e carino e farà compagnia alla piccola Elisa nella sua prossima avventura chiamata scuola.



Ho cercato di essere abbastanza precisa anche se, come ormai sappiamo, il bello della tecnica di free-motion è proprio l'imprecisione!!! per fortuna!!!


Non ho trovato dello sbieco adatto al bavaglino così anche in quest'occasione l'ho creato io con la stoffa usata per le applicazioni: di lavoro ce n'è molto di piu' ma anche il risultato mi soddisfa molto di più . . . se si tratta di un set coordinato, lo dev'essere in tutto e per tutto!


Questo è solo il primo set, ma per Elisa devo realizzarne un altro e anche questo con colori "non usuali", ma questo lo scoprirete sul prossimo post . . .


Lo volete anche boi un set personalizzato??? scrivetemi e sarò lieta di rispondervi nel piu' breve tempo possibile!
Anche per oggi è tutto, sono in una mini pausa tra scuola e strumento, e ora devo ripartire!!!!
Buona settimana a tutti e . . . alla prossima!!!
Ale

mercoledì 8 febbraio 2017

il battesimo di Jacopo

Jacopo è il bellissimo bambino di un collega, troppo carino e troppo simpatico: ha di quelle espressioni che mi fanno morire, così, quando mi hanno chiesto di realizzare le bomboniere per il suo battesimo sono rimasta troppo contenta (e ovviamente molto orgogliosa ;))
Di solito non parlo della mia "passione x il cucito" al lavoro, non ci sono state molte occasioni in passato, non mi piace mescolare il lavoro con il "privato", ma forse dipende anche dalle persone che  si incontra, dalla sintonia e dalla fiducia che si vengono a creare . . . ma se mi trovo bene con le persone, capita che mi sfugga qualcosa, e poi una parola tira l'altra e . . . il segreto è svelato!!!
Il blog per me è uno spazio tutto mio e anche un po' segreto, dove parlo delle mie passioni, dove incontro persone con il mio stesso amore x il cucito, dove ci si scambiano opinioni, suggerimenti, segreti . . . e difficilmente ne parlo con parenti/amici anche se devo dire che potrebbe avere i suoi vantaggi!!! 
Ho scelto di fare i mercatini lontano dal mio paese, sempre per lo stesso motivo e un po' per timidezza, e così i miei lavori solitamente viaggiano un po' per arrivare a destinazione, perchè chi mi contatta mi ha trovato sul web . . . questa volta nessun viaggio.
Dunque, dicevamo, il battesimo di Jacopo.



Visto che recentemente ho acquistato su amazon il piedino per il "free motion"  (l'avessi fatto prima!!!), mi sto dilettando con la scrittura a mano libera, e quale occasione migliore per mettere in pratica questa tecnica se non la personalizzazione dei pensierini per un battesimo?


Ho usato le mie solite stoffe di cotone preferite, un stoffa grossa e resistente in cotone bianco a righine e quadretti azzurri . . . anzi piu' che azzurro sembra color "carta da zucchero" . . .
Il nome scritto a mano libera, e dunque un po' impreciso come dev'essere, un po' di ovatta, un fiocco in raso e  un sonaglino in rame color argento sono gli unici ingredienti di questi morbidosi cuoricini che ho profumato un po' con delle gocce di essenza profumata.



Rispecchiamo in pieno il mio stile, colori tenui, delicati, pochi fronzoli, forme essenziali . . . 


E così anche il piccolo Jacopo avrà tanti dolci e morbidosi cuori profumati a ricordare a tutti i suoi cari una tappa importante della sua vita!!


E così termina anche il tempo a mia disposizione !!!
Un salutone a tutti voi che passate di qua, e un grazie di cuore a chi come Cristiano (il mio collega) si fida e affida a me la realizzazione di qualcosa di speciale per il suo bambino, che sia il ricordo per un giorno speciale, che sia un oggetto per accompagnarlo nella sua avventura della scuola, o che sia qualsiasi altra cosa! grazie!
A presto
Ale

martedì 31 gennaio 2017

nuova sacca asilo

Ora o mai piu' . . .
Settimana impegnativa, fredda, incasinata, quindi oggi o mai piu' ;)
Questo we, fra un riposino e l'altro (perchè la domenica ci si ricarica e il mio caricabatterie è lento lento) ho ideato e realizzato questa nuova sacca.
Uso Instagram da quest'estate e me ne sono un po' innamorata, come tante di noi, non ho molti followers e nemmeno seguo tantissimi profili, mi piace scoprirne un po' alla volta, piano piano . . . un profilo che seguo è luckyjuju (questa è la sua pagina etsy) . . . è bravissima e realizza pupazzi/bambole per me meravigliosi! Siccome per fare pupazzi bisogna essere troppo bravi, troppo precisi, troppo pazienti, ho voluto a modo  mio creare qualcosa usando un po' il suo design . . . non ci sono riuscita molto, ma il risultato è lo stesso piacevole, che ne dite?



 Foto pessime, lo so . . . fuori è nuvoloso e la luce oggi manca proprio, pazienza


Siccome le sacche asilo sono tra le cose che mi vengono maggiormente richieste, ho voluto provare anche questo nuovo disegno, un po' diverso dai soliti, un po' minimalista, un po' sacca, un po' . . . bo . . .
Le stoffe usate sono le solite, cotone bianco e lino beige con dettagli in cotone rosa e lino grigio, un mix di colori molto soft 


Stavolta ho optato per il modello di sacca da portare in spalla, che tanto piace ai bimbi, così si sentono piu' autonomi e grandicelli . . .


Dentro ovviamente ci possono mettere giocattoli, l'asciugamano per l'asilo, il bavaglino, la tovaglietta, libri, penne, colori, merenda e qualsiasi altra cosa . . . c'è chi lo usa anche come portapigiama da tenere appeso al letto!!!!


Adesso che mi sono bencongelata davanti al pc, vado a recuperare un po' di legna per accendere il camino che qua sono arrivati "i giorni della merla"!!!!
La sapete vero la leggenda??? Vi riporto qui una fra le piu' antiche:

"...la versione più antica narra di quando Gennaio non aveva ancora 31 giorni ma soltanto 28. Tale mese era un burlone e scherzava sempre con una merla della quale era anche un pò invidioso per la sua bellezza e per le sue penne molto bianche. Gennaio cercava di ostacolarla in ogni modo e, quando la povera bestia usciva per cercare il cibo, il mese scatenava delle terribili bufere di vento e di neve.La merla, quindi, si stufò della situazione e chiese a gennaio di durare di meno. Ovviamente il mese le rispose di non poterla accontentare in quanto la sua durata era stabilita dal calendario. La merla, allora, non disse più nulla e l’anno seguente portò molto cibo nella sua tana in modo tale da restare al riparo per tutti e 28 giorni senza uscire.Al finire di tale tempo, la merla uscì dalla sua tana ed iniziò a prendere in giro Gennaio che si adirò talmente tanto che chiese al fratello Febbraio di prestargli 3 giorni dato che lui ne aveva 31. Il secondo mese dell’anno restò perplesso da tale richiesta ma alla fine acconsentì. Gennaio tornò quindi dalla merla e scatenò una bufera di neve che durò addirittura 3 giorni. Il povero uccello, che era uscito alla ricerca del cibo, non riuscì nemmeno a trovare la sua tana per cui, per ripararsi dalla neve, si rifugiò in un comignolo. Trascorsi quei giorni, poi, uscì da tale luogo sano e salvo ma le sue penne da bianche erano diventate nere per la fuliggine ed il fumo. Da quell’istante, quindi, la merla divenne nera e gennaio ebbe sempre 31 giorni..."
Sperando che invece di freddo arrivi magari un po' di pioggia a lavar via un po' di malanni e smog (che qui al nord sono quasi 4 mesi che non piove) vi auguro una buona settimana creativa!!!
Alla prossima!! ciao followers!!!!
Ale